Tag Archive | esondazione

IL COMUNE VARA UN PIANO CONTRO LE ESONDAZIONI

CAPRIANO DEL COLLE. Negli ultimi anni anche la Regione ha speso parecchi milioni di euro per i vasi Garzetta, Fornaci, Verziano, Flero e Sorbanella.

Vigili del fuoco al lavoro dopo un'esondazione

Da anni a Capriano del Colle le esondazioni sono una costante. Il Comune (ma anche e soprattutto la Regione Lombardia) hanno speso parecchi milioni di euro e negli ultimi anni la situazione è migliorata. Ma bisognerà spendere ancora molto per scongiurare il pericolo; perciò la Giunta di Capriano ha approvatp un piano di «Interventi di protezione contro le esondazioni dei vasi Garzetta delle Fornaci, fiume delle Fornaci, fiume di Verziano, Flero e Sorbanella. 0pere propedeutiche allo scolmatore ed altre opere sulla Garzetta».
Ricordiamo che per gli interventi a Fenili Belasi la Regione Lombardia ha stanziato i seguenti finanziamenti: 258.200 euro nel 2002; un milione e 291.100 euro nel 2003 e, nello stesso anno, altri 2.582.300 euro. Venne definito il piano generale degli interventi di protezione dei territori di Capriano, Flero e Castelmella contro le esondazioni del vaso Garzetta delle Fornaci, del vaso Fiume delle Fornaci, del vaso Fiume di Verziano-Flero e del vaso Sorbanella e si decise di individuare un programma prioritario delle opere, da eseguire utilizzando i finanziamenti della Regione. Questo piano è stato predisposto dalla Società Aprica Studi e dallo Studio Pezzagno, riuniti in Ati. Il Piano tra l’ altro prevedeva, con priorità e somma urgenza a Fenili Belasi «l’ esecuzione delle opere di risezionamnto idraulico del vaso Garzetta fino allo scarico nel Fiume Mella». I Comuni di Brescia, Capriano del Colle, Castelmella, Flero e la Federazione delle utenze del Fiume Mella, hanno sottoscritto il relativo accordo di programma e si sono impegnati nell’esecuzione delle opere idrauliche previste. Ora, secondo il Piano generale, servono altri 1.024.000 euro. E la Giunta comunale ha già approvato il progetto preliminare predisposto dall’ Ati A2A Calore e Servizi srl (società di ingegneria) e dallo Studio Pezzagno, riguardante gli interventi già citati di protezione contro le esondazioni. E’ stato anche deciso di chiedere la concessione del relativo contributo alla Regione Lombardia.
D’altra parte questi interventi sono già previsti da tempo ed erano stati infatti inseriti nel programma triennale delle opere pubbliche 2010-2013. Meglio prevenire i disastri ambientali che intervenire a posteriori. Purtroppo però la Lombardia è una delle poche regioni italiane che spendono per la prevenzione.

La palazzina di Fenili Belasi crollata nel maggio 2010

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: